Aldo Giacchè - immagine di anteprima

Diario di Aldo Giacchè

“[…] Giugno 1943, porto di Messina. Durante l’allarme aereo io e gli altri soldati siamo corsi verso l’autocarro che non andava in moto! Con un piccolo gruppo di Carabinieri, ci siamo diretti di corsa verso un rifugio […] proprio mentre gli aerei stavano sganciando delle bombe. Per ironia del destino, o forse perché non era…

I ricordi di Franca

“[…] Io e la mia mamma eravamo in Piazza Wagner per fare delle compere quando abbiamo sentito il rumore degli aerei. Uno in particolare, scendendo di quota, venne verso di noi e giunto sopra le nostre teste, aprì uno sportellino e ci scaricò addosso spezzoni incendiari. La mia mamma mi urlò “corri, scappa!”. Io le diedi…